Roberto Lodovici - Partita IVA 01000580165

Iscrizione RUI: A000002143 del 01/02/2007

L'intermediario è soggetto al controllo dell'IVASS.

  • Fonte: Allianz

Allianz festeggia i suoi 100 anni di attività assicurativa RCA


La storia dell'automobile inizia nei primi dell'Ottocento, un periodo in cui venivano sperimentate le tecnologie per trasmettere energia alle macchine, in modo che svolgessero lavoro al posto degli esseri umani. A quell'epoca il principale mezzo di trasporto erano la carrozze trainate da cavalli o dai buoi.

Poche persone allora avrebbero immaginato come l'auto avrebbe rivoluzionato il mondo! C'erano solo una manciata di macchine sulla strada in quel momento e per molto tempo l'automobile rimase un oggetto di lusso: soltanto le persone più ricche potevano permettersene una.

Il primo incidente automobilistico mortale viene fatto risalire nel 1896. La vittima fu Bridget Driscoll che fu colpita mentre percorreva il sentiero di un veicolo (che si muoveva solo a 6,4 km/h) mentre dava dimostrazione al Crystal Palace a Londra. L’incidente fu archiviato come “morte accidentale”. Non ci è dato sapere se il veicolo fosse o no assicurato, ma questo evento ha mostrato perché l'assicurazione automobilistica - e le normative – sarebbero diventate molto importanti nel futuro.

Nell'aprile del 1918, insieme al KAC e al Munich Re, Allianz (già attiva nel settore assicurativo dal 1890) formò la Kraft Insurance, che divenne rapidamente l'assicuratore più grande del mercato automobilistico tedesco.

Dopo la seconda guerra mondiale Allianz crebbe il suo business di assicurazione auto. Tra il 1949 e il 1970, il numero di automobili sulle strade della Germania occidentale salì a 13 milioni da 370.000, e tutte dovevano essere assicurate. Secondo i dati di archivio di Allianz, nel 1970 circa la metà dei premi assicurativi di proprietà dell'azienda erano in qualche modo collegati alle automobili.

Durante gli anni del miracolo economico Allianz fu stata pioniera nella vendita di servizi assicurativi degli acquirenti delle auto Volkswagen, in modo che fossero completamente coperti subito dopo l'acquisto.

Nei primi anni '70, anche il settore delle assicurazioni automobilistiche subì la forte crisi economica. Il crescente numero di auto e incidenti lasciò molti assicuratori automobilistici in perdita. Allianz rispose creando una nuova unità all'interno dell'Allianz Center for Technology (AZT) per la ricerca di danni automobilistici. Questa istituzione, unica in Europa, si concentrò sui metodi di riparazione, sulla ricerca delle cause dei danni, sul traffico e sulla sicurezza operativa, compresa la ricerca di misure di sicurezza come la cintura di sicurezza e successivamente l'airbag e l'immobilizzatore automatico.

L'unità divenne rapidamente un partner consolidato per l'industria automobilistica e i media per questioni relative alla sicurezza del traffico. Nel 1974, il riconoscimento e l'adozione della ricerca sulle parti di ricambio e sulla riparazione in sezione da parte dell'AZT hanno reso le riparazioni dei veicoli molto meno costose. I test e le ricerche condotte dall'AZT nel corso degli anni compresero l'influenza del design del parabrezza sul rischio di lesioni, i requisiti per la sostituzione delle cinture di sicurezza dopo gli incidenti e lo sviluppo di seggiolini per bambini.

Oggi, nel mondo sono stimate più di un miliardo di automobili e Allianz rimane una delle più grande compagnie assicuratrici a livello globale: in tutto il mondo, l'azienda offre l'assicurazione auto in 38 paesi direttamente e in sette paesi attraverso partner.

#sicurezza #incidente #rca #auto

10 visualizzazioni